Correggio sta a cinque chilometri dall’inizio dell’autobrennero di Carpi, Modena che e l’autobahn piu meravigliosa che c’e perche se ti metti lissu e hai soldi e tempo in una giornata intera e anche meno esci sul Mare del Nord, diciamo Amsterdam, tutto senza fare una sola curva, entri a Carpi ed esci lassu. Io ci sono affezionato a questo rullo di asfalto perche quando vedo le luci dei casello d’ingresso, luci proprio da granteatro, colorate e montate sul proscenio di ferri luccicanti, con tutte le cabine ordinate e pulite che ti fan sentir bene anche solo a spiarle dalla provinciale, insomma quando le guardo mi succede una gran bella cosa, cioe non mi sento prigioniero di casa mia italiana, che odio, si odio alla follia tanto che quando avro tempo e soldi me ne andro in America, da tutt’altra parte s’intende, pero e sempre andar via. Ma ci son notti o pomeriggi o albe e anco tramonti, anche questo dovete imparare, che succede il Gran Miracolo, cioe arriva su quel rullo 1’odore del Mare del Nord che spazza le strade e la campagna e quando arriva senti proprio dentro la salsedine delle burrasche e dell’oceano […]
Sono sulla strada amico, son partito, ho il mio odore a litri nei polmoni, ho fra i denti la salsedine aaghhh e in testa liberta. Sono partito, al massimo lancio il motore, avanti avanti attraversare il Po, dentro ai tunnel tra le montagne di Verona, avanti sfila Trento sulla destra e poi Bolzano e poi al Brennero niente frontiere per carita, non mi fermo non mi fermo, verso Innsbruck forte forte poi a Ulm, poi via Stuttgart e Karlsruhe e Mannheim, una collina dietro 1’altra, da un su e giu all’altro, spicca il volo macchina mia, vola vola, Frankfurt, Koln, forza eddai ronzino mio, ormai ci siamo, fuori Arnhem, fuori Utrecht, ci siamo ci siamo ostia se ci siamo senti il mare? Amsterdam Amsterdam! Son partito chi mi fermera piu?

Altri libertini, Pier Vittorio Tondelli

Forse si tratta di affrontare quello che verrà come una bellissima odissea di cui nessuno si ricorderà. #vascobrondi #lelucidellacentraleelettrica #romaeuropafestival #roma (presso La Pelanda - Testaccio)

Cronache emiliane, narrate da un emiliano doc, con un trasporto e un attaccamento così sinceri e puri da coinvolgere ed emozionare tutti. Guidati, in un ambiente intimo e nostalgico, grazie alle foto proiettate, ci concediamo l’evasione di guardare quegli stessi luoghi con gli occhi di Ghirri.

Cronache emiliane, narrate da un emiliano doc, con un trasporto e un attaccamento così sinceri e puri da coinvolgere ed emozionare tutti. Guidati, in un ambiente intimo e nostalgico, grazie alle foto proiettate, ci concediamo l’evasione di guardare quegli stessi luoghi con gli occhi di Ghirri.